SI! È possibile ricavare la stanza hobby anche abitando il pochi metri quadrati. La soluzione è nascosta all’interno dell’arredamento! Ci sono mobili sorprendenti che al loro interno nascondono altre funzioni, come le matriosche! Ad esempio, ci sono tavoli da pranzo che al loro interno celano tavoli da biliardo, oppure sedie divertenti che ti permetteranno di giocare a calcio da seduti oppure porte a battente, si, come quelle che usiamo per entrare da una stanza all’altra, che si trasformano in tavoli da pingpong. Ecco, in 50mq la tua nuova sala giochi.


Il rosso è il colore degli estremi, è il colore della passione, della seduzione ma anche della violenza, del pericolo, della rabbia.
Fu il colore della regalità e del potere per molti secoli. Pensa ai mantelli romani! Ancora oggi rosso uguale a potere e regalità: pensa al tappeto rosso in segno di benvenuto per accogliere le celebrità.
In Sud Africa il rosso simboleggia il lutto, mentre in Nepal e in India è un colore propiziatorio, infatti le spose vestono di rosso. Anche in Cina il rosso è il colore più amato, il Drago Rosso simboleggia prosperità e felicità. Gli affari seguono le stessa simbologia cromatica, nei mercati azionari orientali, il rosso viene usato per identificare un rialzo delle quotazioni, al contrario in Occidente, con il rosso si indicano le perdite finanziarie.
Comunque, non ci sono regole assolute. È tutto relativo, non assoluto. Ecco, alla stessa maniera proviamo ad essere meno rigidi, con noi stessi e con gli altri, prendiamo spunto dal colore.


Assolutamente NO, le fotografie non sono lo strumento più incisivo e importante. L’annuncio immobiliare negli ultimi anni si è profondamente trasformato e questo lo sappiamo tutti. Prima cercavamo casa aprendo il giornale degli annunci e leggendo due righe soltanto, senza foto, senza niente, e chiamavamo il numero un po’ alla cieca. Oggi è naturalmente tutto diverso. Ti colleghi sui principali portali di annunci come Wikicasa.it, metti i vari filtri di ricerca ed ecco lì tantissime case fantastiche, e tra quelle c’è sicuramente anche la tua. All’interno dell’annuncio immobiliare ci sono tante cose importanti. Fondamentale è il copy, cioè il testo descrittivo dell’annuncio, che non deve solo dire che l’appartamento ha due camere da letto e basta ma deve spiegarti il contesto dell’immobile, se ci sono monumenti vicino al quartiere in cui è collocata, se il supermercato, la fermata dell’autobus o della metro si possono raggiungere a piedi, se a pochi chilometri vi sono straordinari musei. Poi ci sono le fotografie. Devi chiaramente affidarti a dei professionisti perché non puoi scattarle con il cellulare tutte storte o buie. Le fotografie insieme al virtual tour oppure ai video ti fanno naturalmente comprendere l’atmosfera, la luce che entra in casa, ti danno un assaggio dell’energia che vibra all’interno dell’immobile, ma alcune volte possono essere un po’ ingannevoli: far sembrare un ambiente più grande di quanto non sia nella realtà o più luminoso del reale. Oppure il contrario. L’unico strumento che fornisce una fotografia reale della casa è la planimetria, su questo non si discute. Perché solo attraverso questo potentissimo strumento puoi capire come sono organizzati gli spazi, dove sono collocati, la loro dimensione vera. E poi la planimetria non è uno strumento ultra tecnico che sanno interpretare solo gli addetti al settore, la leggono tutti! Ecco perché la planimetria è importante, e non devo spiegarti io a chi rivolgerti!