Skip to main content

L’invenzione della porcellana bone china è generalmente attribuita a Josiah Spode, e risale al 1800. L’aggiunta di ossa calcinate di animali alla miscela di caolino conferiva alla struttura ceramica sia robustezza che durevolezza, e contribuiva oltretutto anche alla trasparenza del materiale, donandogli un color bianco avorio. La Wedgwood, fondata nel 1759 nel Regno Unito, mise in produzione la bone chine nel 1812. Nonostante nel periodo tra il 1828 ei 1875 la produzione fosse stata interrotta a causa della difficile situazione economica in cui versava la ditta, circa 60 anni dopo la bone china divenne un materiale molto richiesto, tanto da ricominciare a costituire una parte considerevole della produzione e da essere realizzata in un’ampia varietà di stili. Gli stabilimenti Wedgwood continuano a impiegare questo materiale ceramico tra i più tradizionali, producendo nuove linee, e migliorandone costantemente il design con l’aiuto del Dipartimento di Progettazione interno. Ma la robustezza, la durevolezza, il candore e la traslucidità di questo materiale continuano ad assicurare a questo servizio qualità e fascino senza tempo.


NOME PRODOTTO_PORCELLANA TRADITIONAL WHITE

DESIGNER_ JOSIAH WEDGWOOD & SONS

CREDITI_DESIGN IN 1000 OGGETTI/PHAIDON DESIGN CLASSICS

CREDITI FOTOGRAFICI_ https://www.experiences.it/archives/9126 – https://it.aliexpress.com/item/32789196738.html

 

info@gianmarcotoscano.it
+39 377 6886773

Via Acquicella Porto 30
95121 Catania