Skip to main content

È difficile immaginare che i puzzle siano stati inventati nel 1766 a scopi educativi. John Spilsbury, incisore e fabbricante di mappe di Londra, decise un giorno di incollare una delle sue cartine geografiche su una tavola di legno e poi di tagliare i singoli paesi in corrispondenza dei loro confini. Nota con il nome di Dissected Map (Mappa Sezionata), sarebbe stata usata negli anni a venire come un valido strumento per insegnare ai bambini la geografia. I puzzle in legno per adulti furono invece prodotti soltanto nel Novecento.

Inizialmente erano molto costosi da realizzare, perché erano tagliati un pezzo alla volta e non erano concepiti per incastrarsi. Il nome “puzzle” fu ufficialmente coniato nel 1908, con riferimento ai pezzi che si incastrano tra loro. Fu solo all’inizio della Depressione del 1929 che i puzzle si affermarono come un passatempo nazionale, apprezzato dalle masse indipendentemente dalla loro estrazione sociale. Fu l’introduzione di puzzle di cartoncino pressato, quindi di gran lunga meno costosi da produrre rispetto a quelli di legno, che mandò alle stelle le vendite. E da allora i puzzle sono stati adottati come forma di intrattenimento, che dura nonostante la concorrenza di sofisticati prodotti tecnologici e spesso utilizzati come oggetti d’arredo per la loro versatilità.


NOME PRODOTTO_PUZZLE

CREDITI_DESIGN IN 1000 OGGETTI/PHAIDON DESIGN CLASSICS

CREDITI FOTOGRAFICI_ https://www.christies.com/en/lot/lot-6154693 – https://www.pinterest.it/pin/68117013083942799/

 

info@gianmarcotoscano.it
+39 377 6886773

Via Acquicella Porto 30
95121 Catania